Venerdì, Agosto 17, 2018
Sabato, 05 Ottobre 2013 15:47

INVITO A UN EVENTO STRAORDINARIO PER DOMENICA 20 OTTOBRE 2013

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

 

QUESTO EVENTO CI RIGUARDA TUTTI. OGGI, 13 OTTOBRE 2013, NEL VANGELO VIENE RACCONTATO IL MIRACOLO DEI DIECI LEBBROSI. GESU' DICE AL LEBBROSO SANATO: "VA', LA TUA FEDE TI HA SALVATO".

Ritengo opportuno fare una riflessione al riguardo. In questi giorni ho tentato di far conoscere l'evento che stiamo organizzando, ad alcuni amici medici, infermieri, sanitari delle varie specialità, con risultati stupefacenti. Allora, mentre è abbastanza naturale che un medico ateo o agnostico risponda che lui ai miracoli non ci crede, sono rimasto sconvolto dalle persone che frequentano la chiesa alla domenica, magari sono anche operatori di pastorale, animatori ..... e via testimoniando, che con molta determinazione affermano che i miracoli non esistono e quindi non sono interessati all'evento.

Per me che ho passato anni nel mondo della ricerca biomedica, come statistico, è sembrata un'idiozia senza pari. Cioé, il rifiutarsi di ascoltare la relazione scientifica su di un miracolo, o guarigione straordinaria non spiegabile scientificamente, oggi, da parte di chi opera nella medicina.Veramente mi è parso paradossale da parte di chi la medicina dovrebbe conoscerla e così anche il funzionamento del corpo umano, compreso il cervello.Avere una posizione così assurdamente preclusiva,non fa onore né alla cultura scientifica né tantomeno a quella umana. Ma, queste persone sanno che l'emisfero destro governa circa 64.000 funzioni fisiologiche del corpo umano? Sono al corrente che ogni dieci anni le conoscenze sulle centinaia di ormoni, di enzimi, di aminoacidi, di proteine, che sovraintendono a quelle funzioni, vengono rivoluzionate? Perché volersi precludere conoscenze empiriche dimostrate clinicamente?

È un mistero della volontà il rifiutarsi di conoscere l'evidenza scientifica. Parlo soprattutto per chi la fede dovrebbe averla, vista la loro frequentazione, anche ai sacramenti. Mah!

PARROCCHIA DELL’ANNUNCIAZIONE IN OLMO DI MARTELLAGO
DOMENICA 20 OTTOBRE 2013
SOLENNE CELEBRAZIONE EUCARISTICA PER LA DOMENICA DEL MALATO
ORE 15 30

La Vergine Maria quando è apparsa a Bernadette Soubirous nella grotta di Lourdes, in riva al fiume Gave, il 18 febbraio 1858 durante la terza apparizione, disse alla ragazza: "Non le prometto di renderla felice in questo mondo, ma nell'altro". Era il modo scelto da Maria per comunicare a Bernadette quanto avrebbe patito su questa terra prima di salire al Cielo. Tutti noi siamo consapevoli del nostro destino finale, e pensando a tutte le persone sofferenti, nel corpo e nell'anima, vogliamo inserirci in questo percorso di offerta dei nostri dolori per portarli a Gesù, pregandolo che dalla Croce ci aiuti a portare la nostra croce nella quotidianità. Con questi pensieri vi invitiamo a partecipare a questa stimolante celebrazione per pregare insieme, e per vivere un momento di grande emozione ascoltando la vicissitudine umana e religiosa del nostro caro amico Vittorio.

michieli a olmo

Il dottor Mario Botta che presenterà il caso clinico con l'ausilio di diapositive e risultati diagnostici pre e post miracolo, è un cardiochirurgo milanese che fa parte della Associazione dei medici del Santuario di Lourdes. Un medico che ne ha viste e ne vede di guarigioni senza spiegazioni scientifiche allo stato attuale delle conoscenze, tutti gli anni. 

CHIESA DI OLMO      LA MADONNA A LOURDES

La chiesa di Olmo dedicata alla           La Madonna nella grotta di Lourdes 

Annunciazione del Signore                         

 DOPO L’UNZIONE DEGLI INFERMI SEGUIRÀ LA TESTIMONIANZA DI VITTORIO MICHELI, 63° MIRACOLATO DI LOURDES ALLA PRESENZA  DI MEDICI E DEL PERSONALE UNITALSI

logo UNITASLI             caritas parrocchiale  

Il pomeriggio si concluderà con un momento conviviale per tutti i partecipanti.

 

 

 

 

Letto 57992 volte Ultima modifica il Domenica, 13 Ottobre 2013 21:05

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.