Sabato, Novembre 17, 2018
Martedì, 16 Dicembre 2014 17:45

VIVERE IL NATALE E L'ISLAMISMO

Scritto da
Vota questo articolo
(8 Voti)

famiglia cristiana in fuga dalla morte Famiglia cristiana in fuga dalla morte

         NATALE DI STRADA. 

         Ci ritroviamo pellegrini

         sulle strade del mondo

         in questo Natale di strada

         dall’ovest all’est

         dal nord al sud

         uomini cercano

         col bordone in mano

         gli occhi smarriti

         una speranza

         un riparo

         un anfratto

         una grotta.

         Il bambino Gesù nasce

         luce nuova nel mondo

         ma non basta

         ancora disastri

         di guerre

         di pianti

         violenze mai viste

         avvinghiano il mondo

         e i bambini di strada

         mai vedono un pellegrino

         mai una speranza

         nel loro Natale.

         Gesù

         cosa faremo noi

         assorti e assenti

         per i bambini di strada

         lontani nel mondo

         occhi lucidi e neri

         nella notte di questo Natale?

 bambini in campo profughi

Bambini cristiani in un campo profughi fuggiti dall'islamismo omicida

Questa poesia-preghiera scritta da Gianfranco Trabuio,

ha vinto il primo premio al Concorso nazionale di poesia Jacopone da Todi edizione 2014

Letto 3104 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Dicembre 2014 18:09

3 commenti

  • Link al commento Gianni Giovedì, 25 Dicembre 2014 18:55 inviato da Gianni

    Bellissima poesia, essenziale, che trasmette il momento difficile, le atrocità ma nello stesso tempo un silenzio tra le parole che danno speranza e conforto.

  • Link al commento giancarlo Mercoledì, 24 Dicembre 2014 10:03 inviato da giancarlo

    purtroppo il Male è alle porte e da sempre sostengo senza se e senza ma che l'islamismo comunque è la pancia dell'anticristo. Peggio di hitler e di stalin. Purtroppo l'umanita sta correndo verso l'autodistruzione e certe ipocrite e stupide ideologie di "sinistra" sono inaccettabili alcuni in buona fede altri altri x meri ritorni elettorali. Comunque il karma anche stavolta farà il suo corso e temo che le preghiere oltre non possano servire. Auguri a tutti pace e serenità finchè si potrà. Comunque questo papa non è all'altezza è troppo "politicamente corretto" fa politica ed anche questo è un segno negativa per la cristianità tutta ovunque. giancarlo

  • Link al commento Giuseppino Padoan Martedì, 16 Dicembre 2014 19:24 inviato da Giuseppino Padoan

    Caro Gianfranco,
    hai ragione,l'oggi è quantomai precario e triste per i tanti focolai di guerra e di atrocità che colpiscono i miti cristiani, soprattutto, i bambini in particolare.
    Pregare va bene, ma anche provvedere e questo spetta ai governi, a partire dall'ONU.
    Papa Francesco parla e prega e si fa sentire...e poi? E gli altri esponenti religiosi? Gli islamici, capi e popolo,perchè non si muovono? da loro deve partire l'azione di pace nei loro popoli e correligionari.
    Grazie, Gianfranco.
    Buon Natale!
    Pino

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.